Cattedrale di Barcellona
Favoritos

Nel barrio gotico, il quartiere gotico, in pieno centro città, si trova la Cattedrale di Barcellona, il cui nome ufficiale è Catedral de la Santa Creu i de Santa Eulàlia (Cattedrale della Santa Croce e di Santa Eulalia), di cui la denominazione Santa Eulàlia fu aggiunta nel 887 in onore di quella che era allora l’unica patrona della città, titolo che ora condivide con la Vergine della Mercé.

Di chiaro stile gotico, la Cattedrale di Barcellona, fu eretta tra i secoli XIII e XV e fu progettata sui resti di altre due chiese che si trovavano precedentemente nello stesso luogo, una delle quali romanica e l’altra paleocristiana risalente al secolo IV e della quale si possono osservare alcuni resti nel MUHBA, il Museo di Storia di Barcellona.

In evidenza

Bisogna sapere che la Cattedrale di Barcellona rimase incompleta per molti secoli per quanto riguarda la facciata principale e la torre a causa di seri problemi riguardanti i finanziamenti. I lavori si conclusero tra la fine del XIX secolo e l’inizio del secolo XX, rispettando i piani originali in stile neogotico.

facciata laterale Cattedrale di Barcellona

Attualmente la Cattedrale di Barcellona è la sede dell’arcivescovato di Barcellona e questo non fa altro che dimostrare ancora di più la grande importanza che essa riveste sia per Barcellona sia per tutta la Catalogna.

La visita

La Cattedrale di Barcellona ha tre navate, una centrale e due laterali, nelle quali si trovano numerose cappelle. Si può visitare gratuitamente anche se, pagando un modico prezzo, si può fare una consigliata visita turistica che include la visita alla chiesa, al chiostro, al coro, al museo e l’accesso al tetto.

Se per mancanza di tempo o per altre ragioni non volete visitare tutto ciò che include la visita turistica, potete anche solamente salire sul tetto della Cattedrale utilizzando l’ascensore e pagando un modico prezzo. Da qui non si ammirerà certo la vista più spettacolare di Barcellona ma avremo l’opportunità di goderci una prospettiva diversa su uno dei luoghi più centrali e visitati della città.

tetto della Cattedrale di Barcellona

Elementi d’interesse all’interno e all’esterno della cattedrale di Barcellona

Cappella di Sant’Olegario e del Santissimo Sacramento
Conosciuta anche come Cappella del santo Cristo di Lepanto poiché in essa si trova questo Cristo del XVI secolo, la cappella fu progettata nel 1407 dal maestro d’opera Arnau Bargués.

Sedute del coro
La sedie del coro della Cattedrale sono davvero magnifiche. Risalgono ai secoli XIV e XV ed è possibile ancora oggi osservare molti dettagli come i diversi scudi dell’Insigne Ordine del Toson d’Oro dipinti su ogni schienale delle sedute del coro.

Tombe reali
Una delle attrazioni della cattedrale sono i sepolcri reali come quelli di Ramón Berenguer I, Petronila de Aragón, Alfonso III di Aragona e Jaime I di Urgel, tra gli altri.

Cripta di Santa Eulalia
Nella cripta della Cattedrale si trova il sepolcro di Santa Eulalia che ospita i resti della co-patrona della città dal 1339, anno in cui furono trasferiti qui dalla chiesa di Santa María de las Arenas, l’attuale basilica di santa María del Mar.

Altare Maggiore
L’altare maggiore ospita una scultura moderna, del 1976, realizzata dall’artista e collezionista Frederic Marès. A pochi passi dalla Cattedrale si trova il Museo Frederic Marès dove troverete moltissime opere d’arte e diversi tipi di oggetti che il collezionista donò alla città di Barcellona.

Organo
Risalente all’anno 1583 e di stile rinascimentale, l’organo della Cattedrale di Barcellona è senza dubbio uno degli elementi più appariscenti e apprezzati della Cattedrale e in Europa sono presenti solo altri 3 organi come questo.

Museo
Il piccolo museo della Cattedrale si trova nell’antica Sala Capitolare e nonostante non vi siano molte opere, esse sono di grande importanza. Ne è un esempio La Glorificazione di Sant’ Olegario e Santa Eulalia e La Pietà, opere del pittore gotico spagnolo Bartolomé Bermejo.

Chiostro
Accessibile dalla Cattedrale e dall’entrata situata nella via carrer del Bisbe, il chiostro risalente al XIV secolo non ha nulla a che invidiare al resto della cattedrale per bellezza, essendo addirittura a volte più fotografato della cattedrale stessa.

Gran parte dell’ammirazione che suscita il chiostro non è per l’interesse architettonico, pure importantissimo, ma per la curiosa presenza di 13 oche nel giardino centrale risalente alla fine del XIX secolo. Molte teorie tentano di spiegare la presenza delle oche nel chiostro ma molto probabilmente tale presenza è il risultato dell’unione di tutte queste teorie. A quanto pare, lo starnazzare di alcune oche che si trovavano vicino alla Cattedrale evitò il furto del materiale presente in fase di costruzione, per questo motivo si decise di introdurre un gruppo di oche all’interno della cattedrale per segnalare eventuali intrusi. Per quanto riguarda il numero delle oche presenti, 13, si deve ai 13 martiri che subì Santa Eulalia per aver rifiutato di rinunciare alla sua fede cattolica. Un’altra leggenda dice che Santa Eulalia aveva 13 anni quando fu condannata a morte e che questo è il reale motivo che spiega la presenza delle 13 oche nel chiostro.

Il chiostro è uno dei luoghi in cui si celebra una delle tradizioni più curiose della città, il cosiddetto “ou com balla” (“l’uovo che balla” sopra il getto della fontana di San Giorgio rivestita di fiori colorati durante il Corpus Domini).

oche chiostro Cattedrale di Barcellona

Cappella di Santa Llúcia
Dedicata a Santa Llúcia (Santa Lucia), la leggenda dice che in questo luogo viveva un’affascinante giovane cristiana che possedeva occhi assolutamente ammalianti. Dopo aver rifiutato il console romano, quest’ultimo minacciò di fare l’impossibile pur di avere quegli occhi che tanto desiderava e che erano in grado di ipnotizzarlo. Il giorno seguente Lucia si strappò gli occhi e li consegnò al console ma improvvisamente le spuntarono due nuovi occhi belli come quelli di prima, o anche di più.

Di chiaro stile tardo romanico, la cappella è uno dei piccoli tesori della Cattedrale. Si trova in un edificio accanto alla cattedrale, lo stesso in cui si trova il chiostro, e vi si può accedere da una porta esterna situata nella calle de Santa Llúcia, anche se spesso è chiusa.

Galleria di foto

Mappa


Mappa più grande

Indirizzo

plaça (piazza) de la Seu s/n, Barcellona.

Orari ingresso gratuito

Da lunedì a sabato: dalle 8:00 alle 12:45 e dalle 17:15 alle 19:30 (chiostro fino le 19:00).

Domingos y festivos: dalle 8:00 alle 13:45 e dalle 17:15 alle 19:30 (chiostro fino le 19:00).

Orario giro turistico

Dal lundì al sabato: dalle 13:00 alle 17:00.

Domenica e festivi (esclusi il 25 dicembre): dalle 14:00 alle 17:00.

Prezzo d’ingresso

Visita alla chiesa: Ingresso libero (tranne orario giro turistico).

Visita al coro: 2,50€.

Salita alle Terrazze: 2,50€.

Giro turistico: 6,00€. Per i gruppi 4,00€ a persona.

Come arrivare

Metro: Jaume I (linea 4) e Liceu (linea 3).

Bus: linee 17, 19, 40, 45, 59, 91, 120 e bus turistico.

Luoghi di interesse nelle vicinanze

Palau de Requesens
Palau Moxó
Palau de la Generalitat
Plaça Sant Jaume
Mercato di Santa Caterina

Favoritos

Newsletter di irBarcelona

Seguici

Pinterest

irBarcelona su Instagram

 
BDTECHIE