Sant Jordi Barcellona
Favoritos

Il Giorno di Sant Jordi (San Giorgio, in italiano), conosciuto in Catalogna come la “Diada de Sant Jordi”, è una delle feste popolari più importanti che si celebrano a Barcellona e nel resto della Catalogna. Gran parte della sua magia risiede nel fatto che non si tratta di un giorno festivo ma questo non impedisce a decine di migliaia di cittadini della Catalogna di scendere nelle piazze e nelle strade delle loro città per festeggiare questo giorno così tanto speciale.

Cosa si festeggia il giorno di Sant Jordi?

Il giorno di Sant Jordi commemora la morte di San Giorgio, che avvenne nell’anno 303. Tradizionalmente, dal XV secolo, il giorno di Sant Jordi è anche il giorno degli innamorati, ed è tradizione in questo giorno regalare una rosa rossa e un libro. Fino a qualche anno fa il libro era un regalo da fare esclusivamente agli uomini e la rosa alle donne, ma al giorno d’oggi sempre più ragazzi regalano alle loro ragazze sia una rosa rossa che un libro. Il colore della rosa, tradizionalmente rossa, col tempo ha subito dei cambiamenti e, sebbene la rosa rossa sia ancora oggi quella più frequentemente regalata, è possibile trovare rose di ogni colore ed anche multicolore.

In quale giorno si festeggia Sant Jordi?

La Diada de Sant Jordi (La giornata di San Giorgio, in italiano) si festeggia il 23 di Aprile. In questo giorno, nell’anno 303 d.C. morì San Giorgio da Cappadocia. Sant Jordi è considerato patrono di molti luoghi, tra i quali spiccano l’Inghilterra, la Bulgaria e il Portogallo. Per quanto riguarda la Spagna, Sant Jordi è il patrono della Catalogna e dell’Aragona.

La tradizione di regalare una rosa rossa nasce nel Medievo, quando gli uomini regalavano una rosa alle loro amate, mentre l’usanza di regalare un libro è molto più recente poiché ebbe inizio nel 1926 quando Vicent Clavel, uno scrittore ed editore valenziano che visse a Barcellona, lanciò questa iniziativa. Al giorno d’oggi, e dal 1930, nel giorno di Sant Jordi si festeggia anche la Giornata Internazionale del Libro.


LA LEGGENDA DI SANT JORDI
Leggenda Sant Jordi

La leggenda di Sant Jordi racconta di un Drago che terrorizzava il villaggio di Montblanc, per tenerlo a bada gli abitanti iniziarono a dargli del cibo, arrivando anche a dargli in pasto i propri animali. Quando non vi furono più animali con cui poter alimentare il Drago, decisero di fare un sorteggio periodico, sorteggio al quale partecipavano obbligatoriamente tutti gli abitanti del villaggio, inclusi il Re e sua figlia, per poter così estrarre a sorte la persona da dare in pasto al Drago. Qualche anno dopo fu sorteggiato proprio il nome della principessa, era dunque il suo destino finire nelle fauci del drago. Proprio quando la principessa stava per essere divorata, apparve un cavaliere in sella ad un bel cavallo bianco che, dopo una lunga battaglia, riuscì ad uccidere il drago scagliandoli una lancia. Dal sangue che sgorgava dal drago nacque un roseto dal quale sbocciò una rosa che il cavaliere Sant Jordi diede alla principessa.

Come si festeggia e si vive il giorno di Sant Jordi?

Durante il giorno di Sant Jordi si svolgono diverse attività culturali. La principale, quella che più si distingue, è la firma dei libri da parte degli scrittori. Sia in strada all’aria aperta, che nelle librerie, nei negozi o nei centri commerciali, si trovano le bancarelle e i gazebo dove qualche grande scrittore di successo firma i propri libri, così si vengono a formare lunghe code di persone che desiderano salutare i loro scrittori preferiti e ottenere una dedica autografa sui loro libri preferiti.

IL PANE DI SANT JORDI
pane Sant Jordi

Le pasticcerie e le panetterie della Catalogna si uniscono ai festeggiamenti e, da qualche anno a questa parte, elaborano quello che viene chiamato il Pane di Sant Jordi, un pane fatto di sobrassada (un salume tipico di Maiorca) e formaggio, tingendolo in questo modo con i colori della bandiera della Catalogna.

Percorso consigliato e proposte per la giornata di Sant Jordi

La grande folla di gente che passeggia lungo le strade di Barcellona fa parte del fascino della giornata di Sant Jordi. Sebbene in taluni momenti della giornata la folla è talmente tanta, soprattutto nelle zone centrali della città, che difficilmente si può assaporare a pieno un giorno così speciale. Per questo motivo, di seguito, condividiamo con voi un percorso che, secondo la nostra opinione, permette di gustare al meglio il giorno di Sant Jordi (sarà comunque impossibile evitare la calca di persone, soprattutto nel pomeriggio). E non dimenticate di portare con voi la fotocamera o il cellulare per immortalare la giornata.

Mappa del percorso consigliato

La mattina è meglio iniziare il percorso dalla parte bassa de La Rambla, la zona nei pressi del Monumento a Cristoforo Colombo, per poi proseguire lungo La Rambla. A questa ora della giornata La Rambla è ancora poco frequentata ma comunque è possibile vedere le prime bancarelle e i gazebo di libri situate sui entrambi i lati de La Rambla. Quando vi troverete all’altezza di Plaça Reial, vi consigliamo di fare un salto proprio in quella piazza, troverete già bancarelle, stand, gazebo e varie attività. Successivamente, potrete continuare a passeggiare lungo La Rambla fino al tratto conosciuto come La Rambla de les Flors (Rambla dei fiori, in italiano), dove si trovano di solito le bancarelle che vendono i fiori e che in questo giorno tanto speciale brillano in maniera unica.

LE BANCARELLE DEI LIBRI DI SANT JORDI
libri Sant Jordi

Molte delle bancarelle presenti in strada sono un distaccamento delle varie librerie che hanno uno o più punti vendita fisici in città e che, durante il giorno di Sant Jordi, allestiscono queste bancarelle e gazebo nelle zone più centrali della città come La Rambla, La Rambla de Catalunya o la Plaça de Catalunya. Al contrario, altri gazebo e bancarelle sono allestiti da organizzazioni e fondazioni che vendono uno o vari libri relazionati alla causa che desiderano promuovere e far conoscere.

Sant Jordi Barcellona

Arrivati a questo punto forse sarete un poco stanchi e avrete fame, vi consigliamo allora di allontanarvi dalla folla che popola La Rambla e sedetevi piuttosto un bar dove poter riposare e prendere qualcosa. Successivamente, per staccare un poco la spina dopo aver visitato tanti gazebo e bancarelle di libri, vi consigliamo di andare alla scoperta di qualche luogo culturale di Barcellona. Potreste dunque visitare la vicina Biblioteca Nazionale della Catalogna, sita nel carrer (via) Hospital nel quartiere El Raval oppure l’edificio del Municipio di Barcellona (Ajuntament de Barcelona) nella Plaça Sant Jaume nel quartiere Gotico.

Giornata di ingresso gratuito Sant Jordi 2018

Durante il giorno di Sant Jordi, alcuni musei così come vari edifici e luoghi di interesse storico e culturale della città, offrono l’ingresso gratuito a tutti i visitatori. Molti di questi edifici non sono abitualmente aperti al pubblico, per cui bisogna cogliere al volo ed approfittare del giorno di Sant Jordi per potere scoprire l’interno di tanti bellissimi edifici.

Palau Güell
Municipio de Barcellona
Palau de la Generalitat
Biblioteca Nazionale della Catalogna
Ateneu Barcelonés
Recinte Modernista Sant Pau

Quando avrete concluso le visite culturali, forse avrete voglia di sedervi per poter riposare un poco, oppure per mangiare un boccone. Successivamente, vi consigliamo di proseguire la passeggiata fino a Plaça Catalunya, piena zeppa di gazebo e bancarelle di libri e, ovviamente, di scrittori che firmano le proprie opere, ma troverete anche le bancarelle di rose e vari artigiani che vendono oggetti fatti a mano. Dopo avere assaporato l’atmosfera e, speriamo, acquistato qualche libro e una rosa, proseguite la passeggiata o verso Passeig de Gràcia o la Rambla de Catalunya, entrambe sono addobbate a festa con bancarelle, gazebo, rose, libri e tutto quello che contraddistingue l’atmosfera tipica del giorno di Sant Jordi.

DOVE COMPRARE LA ROSA DI SANT JORDI?
rose di Sant Jordi

Nel giorno di Sant Jordi tutti i fiorai di Barcellona e della Catalogna vendono le rose in confezioni davvero speciali. In questo giorno troverete rose ovunque, le vie pullulano di bancarelle e gazebo che vendono rose, molti di questi venditori occasionali sono studenti che vogliono guadagnare qualcosina in vista del viaggio di fine anno scolastico, oppure si tratta di fondazioni in cerca di fondi per finanziare la loro causa. I prezzi delle rose variano molto in base al gazebo che le vende, in base alla confezione in cui la rosa si presenta e, addirittura, in base all’ora del giorno (generalmente, a fine giornata i prezzi scendono). Scegliete voi dove acquistare la rosa, ma tenete presente che la rosa non si regala solamente alla fidanzata o ad un’amica speciale, è tradizione regalare la rosa anche alla mamma, alla nonna, alla sorella, ed alle amiche… a quanto punto, coraggio, acquistate tante rose!

Quando arriverete all’altezza della Avinguda Diagonal sarete forse esausti dopo aver trascorso una interna giornata senza sosta tra quella incredibile folla di gente. Se è così, è meglio rientrare in albergo e riposare ma, se non siete ancora stanchi e desiderate godere fino in fondo della Giornata di Sant Jordi, potrete concludere la giornata nel quartiere di Gràcia, anche lì troverete tanti gazebo e bancarelle di libri che colorano l’atmosfera, ovviamente, tappa obbligata è Plaça de la Vila de Gràcia che sarà colma di gazebo, stand e bancarelle.

Galleria di foto

Favoritos
TripUniq IT

Newsletter irBarcelona


Seguici

Pinterest
BDTECHIE