Favoritos

Uno dei nostri punti deboli è la plaça Sant Felip Neri (in italiano piazza San Filippo Neri), uno di quegli angoli della città che hanno un fascino particolare e che, anche se in misura sempre minore, è ancora sconosciuto alla maggior parte della gente del posto anche se si trova nel cuore della città.

In evidenza

Il motivo per cui è ancora un luogo sconosciuto per molti è dovuto al fatto che si accede ad essa tramite due stradine dalla parte più antica della città così questa piazza rimane inosservata a meno che non si voglia raggiungerla apposta o se anche a voi, come a noi, piace vagare per la città senza una meta precisa e se non sapete quale via prendere scegliete sempre quella che porta ad una destinazione più incerta.

piazza Sant Felip Neri

Alcuni degli aggettivi più usati per definire questa piazza sono ‘bella’, ‘romantica’, ‘ meravigliosa’, ‘affascinante’ e tanti altri. Di seguito speriamo di potervi trasmettere una parte del perché di ciascuno di questi aggettivi e incoraggiarvi a visitarla, sia che siate in città per una visita turistica che se ci viviate. Probabilmente la cosa più importante della Piazza Sant Felip Neri e che più cattura l’attenzione dei passanti è la sua storia, o meglio, la sua tragica storia.

Storia

La Piazza Sant Felip Neri è stata protagonista di uno degli episodi più sanguinosi avvenuti durante la Guerra Civile Spagnola: il 30 settembre 1938 una bomba cadde sulla chiesa provocando 42 morti, la maggior parte dei quali bambini della scuola Sant Felip Neri adiacente alla chiesa, che si erano rifugiati in essa per proteggersi dai bombardamenti.

chiesa Sant Felip Neri

In conseguenza di questi bombardamenti, furono distrutti alcuni edifici della zona, formando una spianata all’epoca inesistente che adesso è Piazza de Sant Felip Neri. Nonostante i vari danni, la chiesa resistette e rimase in piedi. Per riempire parte del vuoto lasciato dagli edifici crollati, a metà del secolo XX si decise di trasportare, pietra per pietra, alcuni edifici gotici che si trovavano in altre zone della città e che sarebbero stati altrimenti demoliti per ragioni urbanistiche. Per mantenere l’armonia gotica del complesso si decise di rivestire di pietra la facciata ”moderna” dell’Hotel Neri, ne risultò una bellissima piazza che non è così antica come si potrebbe pensare.


Cosa vedere?

Sono molti gli elementi da osservare raggiungendo la piazza e poiché non vogliamo che ve ne perdiate nessuno ve li indichiamo di seguito.

Segni dei bombardamenti
Uno degli elementi che richiameranno la nostra attenzione sono i segni visibili sulla facciata della chiesa di Sant Felip Neri che non sono altro che i segni dell’esplosione della bomba che caddero sulla piazza. Nonostante quello che a volte viene detto, questi resti non sono il frutto delle fucilazioni avvenute in piazza ma sono state causate dalla bomba cadde qui.

Chiesa di Sant Felip Neri
Progettata dall’architetto Pere Bertrán, la chiesa di Sant Felip Neri (San Filippo Neri) fu costruita tra il 1721 e il 1722 ed è uno dei pochi edifici barocchi che si possono trovare in città.

Fontana
Al centro della piccola piazza si trova una piccola fontana a forma ottagonale che conferisce alla piazza un tocco magico regalando la fantastica sensazione di ascoltare nel silenzio il suono dell’acqua che sgorga da essa.

Terrazza dell’Hotel Neri
I pochi tavoli della terrazza del ristorante dell’ Hotel Neri sono il luogo ideale per rilassarsi sorseggiando un drink o cenando e ritrovare le forze per continuare il tour della città.

terrazza Sant Felip Neri

Quando visitarla?

Noi di irBarcelona vi consigliamo di visitare la piazza sia di giorno che di notte poiché l’immagine che offre è radicalmente opposta ma qui si respira sempre pace e tranquillità, interrotta solo a volte dai bambini delle scuola Sant Felip Neri che spesso usano la piazza come cortile o dalle chiacchere dei clienti del ristorante.

Di giorno
Di giorno vi consigliamo di raggiungere la piazza e approfittarne per bere qualcosa nella terrazza del bar-ristorante dell’Hotel Neri e godervi l’ oasi di pace e che è impossibile pensare che possa trasmettere quando a pochi metri da lì passano centinaia o migliaia di i turisti.

Di notte
È dopo il tramonto quando la piazza diventa più magica e romantica, anche se ci rendiamo conto che essendo un luogo buio e lontano potreste avere un certo timore addentrarvi in profondità in alcune delle strade che conducono alla piazza, ma non pensateci due volte e avanzate, vi possiamo assicurare che ne varrà davvero la pena.

Prima di arrivare alla piazza vi suggeriamo, se il tempo è buono, di comprarvi un gelato in una delle gelaterie più vicine e, una volta arrivati ​​in piazza, mangiarlo seduti sulla fontana. Se siete in coppia e venite qui a tarda notte potreste avere la fortuna di godervi la piazza da soli, senza dubbio un momento molto romantico.

Galleria di foto

Mappa e come arrivare?

Come abbiamo già detto la piazza si trova in una posizione molto centrale ma lontano dal percorso usuale della gente che passa per questa zona. Situata a pochi metri dalla Cattedrale di Barcellona e la plaça de Sant Jaume, arrivare qui è più facile di quanto possa sembrare. Ci sono due possibili punti d’accesso alla piazza. Noi abbiamo creato una piccola mappa in cui vi mostriamo il luogo in cui si trova la piazza e il modo più facile per raggiungerla.

Indirizzo

plaça (piazza) de Sant Felip Neri, Barcellona.

Come arrivare?

Metro: Catalunya (linea 1 e 3), Liceu (Linea 3) e Jaume I (linea 4).

Treno (FGC e Renfe): Catalunya.

Bus: linee 45, 59, 91, 120, V13, V15, V17 e autobus turistico.

Luoghi di interesse nelle vicinanze

Cattedrale di Barcellona
Mercato di Santa Caterina
La Rambla
Plaça de Sant Jaume
Palau de la Generalitat de Catalunya

Favoritos
TripUniq IT

Newsletter irBarcelona


Seguici

Pinterest
BDTECHIE