Hemp Museum Barcelona

Anche se nome originale è Hash Marihuana & Hemp (canapa) Museum Barcelona, il fatto che si tratti di un nome troppo lungo fa sì che in molti lo chiamino semplicemente Museo della Cannabis o Museo della Marijuana. Come indica ciascuno dei nomi di questo museo, esso è stato progettato con l’obiettivo di fornire informazioni sulla storia della cannabis fornendo una visione più aperta e ponderata su questa pianta e spiegandone le qualità e benefici di cui hanno goduto per centinaia di secoli diverse civiltà.

CANNABIS, CANAPA O MARIJUANA?

Molte persone non hanno le idee chiare circa i diversi termini utilizzati per indicare questa pianta. Cannabis è il nome scientifico, canapa è il nome comune e marijuana è una varietà di canapa con una percentuale più alta di una sostanza chiamata THC.

Si tratta di una sede distaccata, se così possiamo chiamarla, del Hash Marihuana & Hemp Museum di Amsterdam e la sede di Barcellona ​​fu inaugurata nel 2012. Il museo ha una superficie di 900 m2, ed è 9 volte più grande di quello di Amsterdam, il che lo rende il più grande museo dedicato esclusivamente alla pianta di cannabis.

L’edificio

Di per sé l’edificio in cui si trova il Museo dell’hashish, marijuana e canapa di Barcellona, il Palau Mornau (palazzo Mornau), merita una visita poiché si tratta di uno degli edifici medievali rimasti nella città vecchia. Nonostante l’edificio fu commissionato dalla famiglia Santcliment il palazzo prende il nome da un altro dei suoi proprietari famosi, Josep Francesc de Mornau, commissario onorario della Guerra degli Eserciti reali della fine del XVIII secolo.

Nell’attuale Palau Mornau, costruito nel XVI secolo, resta della costruzione originale solo la base poiché l’edificio fu profondamente ristrutturato all’inizio del XX secolo e per questo oggi possiamo notare in esso parecchi elementi modernisti , sia all’interno che nella facciata. Per questo motivo l’edificio è particolarmente ricco di dettagli ornamentali.


Quasi un secolo dopo la grande ristrutturazione, l’edificio si trovava in uno stato deplorevole fino a quando nel 2002 Ben Dronkers, proprietario dell’ Hash Marihuana & Hemp Museum di Amsterdam, si interessò a questo edificio per poter ubicare in esso una nuova sede del museo e di conseguenza il palazzo venne nuovamente ristrutturato per adibirlo a spazio museale. Dopo diversi anni di lavoro, l’architetto Jordi Romeu riuscì a infondere nuova vita nel palazzo restaurando elementi interni come le vetrate, i pavimenti, le porte e la facciata, oltre a riempire quasi ogni spazio dell’edificio con riferimenti alla canapa.

Dove si trovano i dettagli degni di nota?

Nel bellissimo scalone del cortile interno che conduce al primo piano.
Nel colorato lucernario in vetro, realizzato durante la ristrutturazione del XIX secolo.
Nell’uso del ferro battuto sulla facciata, soprattutto nella galleria esterna.
In ognuno dei dettagli presenti all’interno dell’edificio, soprattutto sulle porte, sui soffitti a cassettoni e sul pavimento decorato con mosaici in stile romano.
Nel particolare camino presente nel grande salone.

Visita al museo

Il percorso dura circa un’ora ma varia ovviamente a seconda del tempo che si dedica ad osservare ogni dettaglio e all’interesse per ciascuno dei circa 6.500 pezzi relativi alla canapa esposti nel museo. Tra tutti questi pezzi spiccano importanti affreschi di noti artisti fiamminghi, diversi tipi di pipe asiatiche e africane, una collezione di bottiglie per la cannabis medicinale del XIX secolo e una collezione botanica della fine del XVIII e gli inizi del XIX secolo.

biglietti Hash Marihuana Hemp Museum

Biglietti Hash Marihuana & Hemp Museum

Acquista

-5% online

Barcelona Turisme

La prima sala del Museo della Canapa fornisce informazioni storiche sulla pianta per poi approfondire tutto ciò che la riguarda nelle altre sale dove verranno forniti dettagli specifici sugli usi industriali (produzione di oli, plastica, legno , carta…), nutrizionali (è ricca di proteine ​​di alta qualità ) e le proprietà medicinali (viene usata per trattare l’asma , cancro, emicrania , insonnia, ecc.) della cannabis.

VISITE GUIDATE

Il museo organizza visite guidate in castigliano e catalano e su richiesta preventiva, anche in altre lingue come inglese, francese e italiano , che certamente farà si che grazie agli aneddoti e storie che accompagnano la visita guidata , si possano imparare molto di più su questa pianta affascinante e sull’edificio che ospita il museo.

Altre sezioni rilevanti del museo sono la sala in cui viene spiegata la stretta relazione tra il movimento hippie e la cannabis, il cui maggiore esponente fu il cantante Bob Marley, e la sala dedicata a dare un messaggio chiaro circa la depenalizzazione della marijuana.

Alla fine del percorso si passa attraverso il piccolo negozio di souvenir del museo dove si trovano molti oggetti e manufatti che hanno come protagonista la marijuana come diversi tipi di libri, pipe, portamonete, magliette, cappellini, poster, accendini, ecc. Possiamo quindi dire che nel Museo della Cannabis si può trovare di tutto tranne un Coffeeshop e che non dobbiamo dimenticare che fumare marijuana a Barcellona non è consentito.

FOTOGRAFIE ALL’INTERNO DEL MUSEO

Durante la visita al museo è possibile scattare foto, cosa che certamente apprezzerà chi ama conservare un souvenir fotografico della propria visita ad un museo.

La visita al Museo dell’hashish marijuana e canapa di Barcellona servirà agli amanti della canapa per confermare le proprie idee e opinioni circa i benefici della pianta e aiuterà i più scettici a formarsi un’opinione molto più aperta su di essa e a conoscere meglio le proprietà e le caratteristiche della pianta.

Mappa


Mappa più grande

Indirizzo

c/ (via) Ample 35, Barcelona

Orari di visita

Da lunedì a sabato: dalle 10:00 alle 22:00.

domenica e festivi: dalle 14:00 alle 22:00.

31 diciembre: dalle 12:00 alle 20:00.

Visite guidate

Spagnolo: Sabato alle 17:00.

Catalano: domenica alle 12:00.

Altre lingue: inglese, francese, italiano e altre lingue su richiesta via mail all’indirizzo: reservations@hempmuseumgallery.com o telefonando al numero 0034 933 197 539.

Prezzo del biglietto

Intero: 9,00€.

Ridotto: sconto del 20% per gruppi di minimo 10 persone.

Gratuito: bambini sotto i 13 anni.

Come arrivare?

Metro: Jaume I (linea 4) e Drassanes (linea 3).

Autobus: linee 45, 59, 120, D20, H14, V13, V15, V17 e autobus turistico.

A piedi: se vi trovate nel quartiere del Bornvi suggeriamo di andare a piedi.

Luoghi di interesse nelle vicinanze

Palau Centelles
Museu D’Història De Catalunya
Basilica de La Mercè
Municipio di Barcellona
Palau de la Generalitat de Catalunya

  • 48
    Shares
TripUniq IT