Monastero di Pedralbes

Dichiarato monumento storico e artistico, il Monastero Reale di Santa Maria di Pedralbes è una delle tante gioie nascoste di Barcellona. Si trova in una zona piuttosto lontana dal centro della città e per questo è un luogo che la maggior parte dei turisti di solito non visitano e nemmeno gli abitanti stessi di Barcellona.

In evidenza

In stile gotico catalano, il monastero fu costruito per ordine di Re Jaime il Giusto e sua moglie Elisenda de Montcada. Fu costruito in poco più di un anno ed è per questo che lo stile architettonico del monumento è così uniforme. Alla morte del re, la regina si trasferì in una residenza privata nel complesso dove godette di diversi privilegi tra cui la protezione da parte del Consell de Cent in caso di attacco. Fino al 1983 le monache Clarisse continuarono a vivere nelle residenze storiche del monastero, momento in cui si trasferirono in un edificio adiacente in modo che parte del monastero potesse diventare il complesso museale attuale.

chiostro e campanile Monastero di Pedralbes

Cosa visitare nel complesso monastico?

Quando si accede al complesso monastico attraverso una delle due porte della cinta muraria medievale ancora intatte si ha l’impressione di tornare indietro immediatamente a molti secoli fa. Questa sensazione è resa possibile grazie ai diversi edifici medievali presenti sul posto e al pavimento acciottolato, sensazione interrotta sporadicamente dalla presenza di qualche moto o auto parcheggiata.


La parte del Monastero di Pedralbes trasformata in museo è composta dalla chiesa e dal chiostro, senza dubbio i due edifici più importanti e rappresentativi del monastero.

Oltre all’interessante mostra permanente in cui viene spiegata la storia e l’evoluzione del monastero nel corso dei secoli, viene spesso organizzata qualche mostra temporanea che rende la visita ancora più bella. Si realizza inoltre spesso e su prenotazione delle visite guidate in catalano e spagnolo (chiedere via email per visite guidate in italiano), la scelta ideale per conoscere tutti i dettagli e le storie che nasconde il Monastero di Pedralbes.

La Chiesa

Formata da un’unica navata, la prima cosa che cattura l’attenzione è la semplicità dell’edificio e la sua torre campanaria a pianta ottagonale. Entrando all’interno si nota come quisia assente la grandiosità delle altre chiese gotiche.

vetrate della chiesa di Pedralbes

Cosa vedere durante la visita alla chiesa

Vetrate
Le vetrate del monastero, perfettamente restaurate, si distinguono per l’alta qualità dei materiali utilizzati per la loro realizzazione e rappresentano uno dei migliori esempi di vetrate gotiche che si possono trovare in Catalogna.

Cori
Nella chiesa vi sono tre cori: il coro alto, il coro più basso e un terzo coro situato nel centro della navata, utilizzato dai frati.

Tomba della Regina Elisenda de Montacada
La caratteristica più importante della tomba di Elisenda de Montcada è che la scultura della tomba è doppia in quanto ha un volto che guarda verso l’ interno della chiesa in cui è rappresentata come una regina e un altro volto che guarda verso il chiostro in cui è rappresentata come una monaca clarissa.

Lascia che un esperto pianifichi i tuoi giorni a Barcellona
Tripuniq Barcellona

Il Chiostro

Le sue dimensioni di 40m x 40m e i suoi tre piani fanno del chiostro del Monastero di Pedralbes il più grande del mondo. Oltre alla visita all’esterno è inoltre possibile accedere alle sale interne tra cui la sala capitolare, la cucina, la bottega, il dormitorio, l’infermieria e il refettorio, l’enorme sala dove mangiavano le suore. Tutto ciò permette al visitatore di immergersi nella vita quotidiana di un autentico monastero medievale.

pozzo nel chiostro del monastero

Cosa vedere durante la visita al chiostro

Cappella di San Michele
La stanza, in origine la cappella privata della badessa del monastero, è decorata da bellissimi murales realizzati dal celebre pittore dell’epoca Ferrer Bassa e mostrano la chiara influenza del pittore italiano Giotto nella sua opera.

Celle
Durante il tour del chiostro si possono osservare le minuscole celle utilizzate dalle suore durante il giorno per pregare.

Dormitorio
Quello che fu una volta la camera da letto delle suore ospita attualmente alcuni dei tesori più importanti del monastero: si tratta di opere d’arte, bauli vecchi di secoli e una serie di oggetti liturgici, tra molti altri.

Giardino medicinale
All’esterno del chiostro e su un lato si trova il giardino. Si tratta di un giardino medicinale uguale a quello presente e molto comune nei monasteri dell’epoca e che serviva a guarire le monache da qualsiasi malattia oltre che per la ricerca. Tutto ciò è spiegato in una piccola mostra presente in una delle stanze del monastero.

Altri edifici presenti

Tra gli altri edifici del complesso spicca il Conventet di Pedralbes, un edificio indipendente che si trova di fronte al monastero e che una volta era la residenza di alcuni frati francescani che avevano la missione di proteggere le suore e fungere da guide spirituali. Nel 1920 il Conventet fu restaurato dall’architetto catalano Enric Sagnier i Villavechia utilizzando resti romanici originari della chiesa di Santa Maria di Besalú di Girona. Oggi l’edificio è di proprietà della famiglia Godia e non è visitabile.

CURIOSITÀ
Oggi si mantiene viva la tradizione di dare in offerta delle uova a Santa Clara per evitare che piovesse in un particolare giorno dell’anno in cui viene celebrato un evento importante come un matrimonio o una comunione. Per portare le uova alle monache Clarisse si dovrebbe recitare questa frase in catalano: « Santa Clara i Sant Pujol, feu bona escombrada a aquesta nuvolada que tapa el sol” », che in italiano sarebbe: « Santa Clara e Santo Pujol spostate queste nuvole che nascondono il sole” ».

Gallerie di foto

Mappa


Mappa più grande

Indirizzo

Baixada del Monestir, 9, Barcellona.

Orari de visita

Dal 1 aprile al 30 settembre: da martedì a venerdì dalle 10:00 alle 17:00. Sabato dalle 10:00 alle 19:00. Domenica dalle 10:00 alle 20:00. Altri giorni festivi dalle 10:00 alle 14:00.

Dal 1 ottobre al 31 marzo: da martedì a venerdì dalle 10:00 alle 14:00. Sabato e domenica dalle 10:00 alle 17:00. Altri giorni festivi dalle 10:00 alle 14:00.

Chiuso: 1 gennaio, 1 maggio , 24 giugno e 25 dicembre.

Prezzo del biglietto

Intero: 5,00€

Ridotto: 3,50€ per studenti sotto i 30 anni e persone oltre i 65 anni, possessori della tessera rosa ridotta, possessori della tessera che attesta lo status di famiglia monoparentale o famiglia numerosa (chiedere altri sconti), disoccupati accreditati, pensionati e con la BCN Card Express.

Ingresso gratuito: minori di 16 anni, possessori della tessera rosa gratuita, membri dell’ICOM, possessori della Barcelona Card, Associazioni Museologi, guide turistiche, BCN Cultural, giornalisti accreditati, accompagnatori persone con invalidità con pass che lo attesti, insegnanti. È inoltre gratuito la prima domenica del mese durante tutto il giorno e il resto delle domeniche dalle 15:00.

Visite guidate: in castigliano e catalano su prenotazione via email all’indirizzo: reservesmonestirpedralbes@bcn.cat.

Come arrivare?

Autobus: linee 22, 63, 64, 68, 75, 78 e bus turistico.

Treno FGC: fermata Reina Elisenda e proseguire per circa 10 minuti a piedi.

Luoghi di interesse nelle vicinanze

Padiglioni Güell
Palau Reial de Pedralbes
Parco di Pedralbes
Museo del F.C. Barcelona
Parco di Cervantes

  • 48
    Shares
TripUniq IT