A quanto si dice la Plaça del Pi, che significa Piazza del Pino, deve il nome a un albero di pino che fu piantato qui nel 1568 e che rimase in quel punto fino a che fu danneggiato durante la guerra con la Francia, quando fu sostituito da un altro pino. Da allora, quando il pino muore o si ammala viene sostituito da un altro pino e il pino attuale fu piantato nel 1985.

In evidenza

Protetta da diversi edifici e accessibile attraverso il carrer Petritxol, leggendaria per le sue gallerie d’arte, le sue cioccolaterie, la vicina piazza di Sant Josep Oriol, e la via Cardenal Casañas, la piazza ha l’aria medievale tipica della zona in cui trova, il Quartiere Gotico. Arrivare alla piazza è qualcosa di spettacolare, soprattutto se vi si accede dalla via Petritxol poiché, essendo abbastanza stretta, dà la sensazione che la piazza spunti fuori dal nulla, con l’imponente chiesa di Santa Maria del Pi, in fondo, che desta la maggiore impressione e ammirazione. Proprio lo spazio attualmente occupato dalla Plaça del Pi fu uno dei cimiteri della chiesa fino al XVI secolo.

Plaça del Pi

Di forma rettangolare, l’ambiente della piazza varia a seconda del giorno e dell’ora in cui si passa da essa. Durante la settimana e sul presto la piazza trasmette un senso di tranquillità e, grazie alla presenza della chiesa, anche di spiritualità. A partire da mezzogiorno invece e a metà pomeriggio è di solito molto più affollata, sia da turisti desiderosi di scoprire un pò la zona che dai cittadini attratti dal fascino del quartiere che passeggiano per le strade circostanti, spesso alla ricerca di qualche prodotto del mercato alimentare che vi si tiene.


Cosa vedere?

Oltre alla chiesa di Santa Maria del Pi, la piazza offre altre attrazioni, in particolare la Casa dels Tenders Revenedors e il mercato alimentare artigianale che vi si tiene.

Casa dels Tenders Revenedors
L’edificio che oggi chiameremmo Associazione dei Commercianti è originario del XVIII secolo e qui vi segnaliamo le magnifiche incisioni barocche della sua facciata, le più antiche conservate a Barcellona. Se osservate bene potrete osservare anche la figura dell’Arcangelo Michele, il quale era venerato dai membri dell’associazione.

vendita di miele

Fiera del Collettivo degli artigiani alimentari
La celebrazione di questa fiera del collettivo degli artigiani alimentari conferisce un’aria bohemien alla piazza che affascina tutti coloro che vi passano. Viene organizzata il primo e terzo Venerdì del mese, sia lo stesso Venerdì che il Sabato e la Domenica seguenti, oltre che in alcune date specifiche, come le feste di Natale.

Si tratta di un mercatino fantastico, perfetto per chi ama la gastronomia e voglia conoscere le delizie artigianali della Catalogna. Nonostante il piccolo numero di stands a causa delle limitate dimensioni della piazza, troverete una vasta gamma di prodotti tra cui, tra l’altro, formaggi, torte di vari tipi cioccolato, torrone, miele, vino, ecc. Non c’è dubbio che una volta qui vi sarà quasi impossibile non comprare qualcosa.

Galleria fotografica

Mappa


Mappa più grande

Indirizzo

Plaça del Pi, Barcellona.

Orario della Collettivo degli artigiani alimentari

Contando il terzo Venerdì del mese, lo stesso Venerdì, Sabato e Domenica di quel fine settimana.

Contando il terzo Venerdì del mese, lo stesso Venerdì, Sabato e Domenica di quel fine settimana.

Aperto anche durante La Mercè, Santa Eulàlia e Sant Jordi.

Come arrivare

Metro: Liceu (linea 3) e Catalunya (linee 1 e 3).

FGC e Renfe: Catalunya.

Bus: linee 59, 91 e V13.

Luoghi di interesse nelle vicinanze

La Boqueria
Gran Teatre del Liceu
La Rambla
Chiesa di Santa Maria del Pi
Plaça de Sant Josep Oriol

  • 48
    Shares
TripUniq IT